E voi da che parte state? il capitale o i lavoratori? difende la riforma francese e intanto oggi ben 150mila persone hanno sfilato a per dire no alla riforma di che vorrebbe alzare l'età pensionabile a 64 anni (al momento 62 in Francia).
Ricordiamo che in Italia è stata alzata nel tempo fino agli attuali 67 anni e addirittura qualcuno ha anche detto che si dovrebbe portarla a oltre 70 anni ( senatore ).
nitter.lacontrevoie.fr/JLMelen

Il sottoscritto comunica alproprio avvocato RossiAlbertini che in pieno possesso delle miecapacità mentali mi opporrò contutte le forze all'alimentazione forzata. Saranno costretti a legarmi.Mi è stata adombrata la possibilità di un TSO;alla loro spietatezza ed accanimento opporrò la mia forza,tenacia e la volontà di anarchico erivoluzionario cosciente.
Andrò avanti fino allafine.Contro il 41bis e l'ergastoloostativo.
La vita non ha sensoinquesta tomba per vivi.
Cospito Alfredo

Per presidio in solidarietà lunedì 16 Gennaio ore 8.00 presso il tribunale penale di Bari

(parte 3)
Il PD non pervenuto, impegnato ad occuparsi di primarie come se cambiare un personaggio possa cambiare un partito. I 5S furbi sulla staccionata aspettano il momento opportuno per passare all'incasso, aspettano che calino i consensi un pò ovunque e ci si dimentichi delle loro nefandezze.

(parte 2)
Ed ancora, il governo che fa soldi facili con le accise e cerca di dar colpe altrui, taglia il reddito di cittadinanza in un attimo e fa regalie agli evasori e redditi alti tramite la legge di bilancio, ma nessuno che si impegni a favore delle fasce meno abbienti che devono saltare anche sto giro.

Il 2023 inizia così: lo Stato tace sulle violenze in Brasile e possibile arrivo in Italia del criminale Bolsonaro, ricordiamo invece la spettacolarizzazione del nemico Battisti quando estradato, così come si tace quando a morire al 41bis (tortura di Stato) non è un pericoloso mafioso ma un altro nemico, anarchico. Siamo quindi in uno Stato di diritto?
(parte1)

Riportiamo di seguito l'appello:
Come Rete internazionalista e anticarceraria chiamiamo alla mobilitazione internazionale in solidarietà con Lina: il giorno 16 gennaio 2023 saremo presenti fuori dal tribunale penale di Bari in Viale Saverio Dioguardi 1, dove si svolgerà l’udienza e dove faremo sentire forte il nostro grido ribelle.

mapucheit.wordpress.com/2023/0
Solidarietà a

caro Babbo Natale,
per regalo vorremmo caduta governo e che quello che verrà non sarà come i precedenti. Anzi, facci entrare in qualche consiglio regionale!

Le saranno il 12/13 Febbraio 2023, non dimenticatevi del latrocinio , delle taroccate 5S, della cialtroneria di destra et affini.
Tra le altre regioni,occhi puntati su Lazio e Lombardia,vedremo se i cittadini premieranno distruzione sanità,malagestione rifiuti e case popolari.Noi stiamo già raccogliendo le firme

poterealpopolo.org/proiettili- se siete dalle parti di partecipate il 15 dicembre al presidio contro la produzione di armi della azienda che avrebbe venduto a paesi in guerra (del resto è il governo stesso come quello precedente ad avallarne l'invio in Ucraina) tra cui la Turchia, proiettili venduti a loro volta all'Iran ed usati contro i manifestanti. Quanta ipocrisia nel nostro paese, non rendiamoci complici. Fate girare, che si sappia.

Il insieme a diversi parlamentari europei tra cui la vice presidente sono stati presi con le mani nella marmellata. Il partito che in queste ore con un congresso tenta di rifarsi il look "di sinistra" è un partito che continua solo a dimostrare di tenere al potere. Dinamiche differenti ma legate all'opportunismo del potere e politico toccano i partiti satellite del PD come Sinistra italiana con la vicenda parenti .
Rimanere elettorato moderato richiede coraggio e poca memoria.

il governo tira dritto su , l'ennesima porcata targata destra ed in particolare grazie a , genio del male. Ma ricordiamoci che anche il PD non si è certo destreggiato nella lotta alla divisione dell'Italia in categorie, quella ricca che toglie a quella più povera. Per curarvi, studiare, avere servizi pubblici degni di nota, un lavoro se siete meridionali dovrete recarvi al nord (col passaporto?).
+ che va a farsi benedire

insorgiamo.org/
per chiunque abiti in zona toscana, partecipate al referendum recandovi ai seggi aperti.
, al via la consultazione popolare autogestita sul futuro della fabbrica dal 1 al 11 dicembre. Superati i 100 seggi, oltre 300 volontari attivati e decine di organizzazioni ed associazioni mobilitate. Prima iniziativa del genere a livello nazionale. La RSU: "Senza piano industriale la fabbrica brucia liquidità: rompiamo l'assedio, serve pubblica utilità e controllo pubblico."

Siamo in corteo, ore 18 partenza da piazza Umberto Bari, per ricordare l'assassinio di . Un giovane compagno di Bari vecchia barbaramente accoltellato a morte da un fascista nel 1977. Benny cercò di scappare, ma era poliomielitico e non riuscì a dileguarsi in tempo.
it.m.wikipedia.org/wiki/Omicid

Combattiamo tuttə la violenza di genere e patriarcale. Oggi manifestazione a Roma di

Mostra di più

Suggerimenti da Potere al popolo Bari e prov.:

sociale.network

Sociale.network è un ambiente di confronto per pacifisti, anarcolibertari, ecologisti, antimilitaristi, anticlericalisti, antirazzisti, antifascisti e ogni altro genere di persone che sogna un mondo più pulito, solidale e libero. Il discorso d'odio è bandito, la pubblicità pure. Niente contenuti a pagamento, niente controllo da parte di qualche azienda privata, design etico e decentralizzazione! Su questo sito, grazie al software libero Mastodon, il proprietario dei tuoi dati sei tu! Senza pubblicità, senza paywall, senza algoritmi, senza cookies di profilazione, è indipendente, senza azionisti, investitori o gruppi/circoli/centri a cui dover riferire, senza tracciabilità. Sociale.network non è un social commerciale, non ha alcun scopo di lucro, nessuno ti spia, nessuno analizza cosa stai facendo, nessuna fastidiosa registrazione, niente dati personali, niente costi premium, nessuna notifica fastidiosa, nessuna email e niente banner pubblicitari. Sociale.network è una iniziativa dell'associazione culturale altrinformazione.net e dell'associazione peacelink.it