Ucraina, L'intervista di Michele Santoro:
Bombardiamo l'informazione che fa la Rai.
Una estrapolazione della lunga intervista dell'ex
conduttore di Servizio Pubblico da Myrta Merlino
Una disamina del conflitto in Ucraina, su cosa non si
sta facendo per la pace e la disinformazione da parte della Rai. Sempre senza peli sulla lingua.

youtu.be/u_akPmXOQ28

Quale lavoro nella società della decrescita?

Come lavoreremmo se vivessimo in una società che mette in pratica la decrescita felice? Quali mansioni, quali tempi di lavoro, quali sistemi di retribuzione e quali economie potremmo sperimentare? Quale rapporto avremmo con la moneta, le istituzioni, il mercato locale e internazionale?

Ciclo “Dialoghi della decrescita“

Video del Webinar

decrescitafelice.it/events/lav

CSA Comunità a Sostegno dell’Agricoltura: cosa sono e come partecipare
Produrre il cibo nella decrescita felice

In un’ottica sempre più etica e avanzata di compartecipazione, è nato il modello della CSA, la Comunità che Supporta l’Agricoltura, una collettività nata per coltivare direttamente il proprio cibo in modo sostenibile, locale e sano.
In Italia tante esperienze
Un impegno reciproco tra consumatore e produttore che avviene attraverso molteplici aspetti....
decrescitafelice.it/events/csa

La decrescita è “felice” quando garantisce ai tutti il benessere e quando persegue la giustizia sociale. L’organizzazione della società decrescente deve dunque essere in grado di garantire a ciascuno uno spazio abitativo dignitoso, confortevole e intimo

E’ compito dunque della collettività operare affinchè queste condizioni siano garantite a tutti, nessuno escluso.
Nel caso in cui qualcuno non avesse i mezzi per provvedere autonomamente, la comunità deve farsene carico.
decrescitafelice.it/2022/05/bi

Mostra thread

Il bisogno di abitare

La questione abitativa è un tema centrale nell’agenda di ogni istituzione chiamata a governare i fenomeni sociali.

La qualità della vita di ogni persona dipende in misura importante dalle condizioni del proprio alloggio.

La casa ha un altissimo valore simbolico, materiale e spirituale per ciascun essere umano e rappresenta uno dei diritti umani fondamentali.

decrescitafelice.it/2022/05/bi

..parte nel nostro vissuto di paesi "ricchi" e sarà un incubo per milioni di umani che da una stagione all'altra non troveranno il minimo vitale per sopravvivere.

Che fare? Quando si parla di decrescita e si aggiunge "felice" bisogna riflettere. Quando sono felice?
- vedo sofferenza e me ne frego
- vedo sofferenza e il mio stile di vita contribuisce a liberare risorse comuni

Bisogna ripartire con una grande riflessione collettiva per liberare il "ben-essere" e vivere una sobrietà inclusiva.

Mostra thread

Volenti o nolenti ci dovremo adeguare a nuovi stili alimentari.
Se la viviamo come un'angheria cercheremo soluzioni tipo "Discount" poco risolutive per l'ambiente, la biodiversità, la società.

Se diventa spunto di riflessione per un consumo critico e responsabile, potremo abbandonare una strada "tossica" per noi e per il mondo e avviarci verso un modello di sviluppo e di società che trova soluzioni e condivide le risorse.

Saranno tempi duri per tutti anche se questo impatterà in minima ....

che vuole estrarre petrolio in Africa. Una cifra astronomica, circa 1 miliardo di dollari, che finisce nelle tasche di un’élite politica ed è sottratta all’istruzione, la sanità e lo sviluppo economico di un Paese povero. L’accusa di corruzione internazionale per quella che sarebbe stata la più grande tangente mai finita davanti a un tribunale

Dopo tre anni di processo e 74 udienze, i giudici del tribunale di Milano ci hanno portato via i pasticcini ...assolti perché «il fatto non sussiste»!!!

Mostra thread

Corruzione: Eni assolta, il petrolio no. La lezione dalla vicenda OPL245

Eni assolta in primo grado al processo per la presunta maxi-tangente in Nigeria. Ma è una conferma che sul petrolio non si può costruire alcun futuro

È inutile girarci intorno, l’assoluzione in primo grado di Eni, mercoledì 17 marzo nel caso OPL 245, ci brucia tantissimo. Perché per noi, azionisti critici di Fondazione Finanza Etica, gli ingredienti c’erano tutti. La multinazionale cattiva che...
valori.it/opl245-eni-assolta-m

è improvvisamente accorta che dipendere per circa la metà del gas che consumiamo dalla Russia di Putin sia un problema. E così ora si cerca frettolosamente di correre ai ripari, cavalcando le stesse ricette che ci hanno portati nella situazione attuale.

Il miraggio algerino

Lunedì scorso, una delegazione composta dal ministro degli Esteri, Luigi di Maio, e l’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, è arrivata in Algeria per....

Mostra thread

Le scelte dell’Eni sul gas ci consegnano alla Russia
Pubblicato il 7 Marzo 2022 | di
Alessandro Runci

Pubblicato su Domani – 6 marzo 2022

Il racconto italiano della guerra in corso in Ucraina è stato accompagnato, sin dall’inizio, da quello sulla “crisi energetica”. Dopo averci ripetuto fino allo sfinimento che, grazie alla realizzazione del nuovo gasdotto TAP, costato 4,5 miliardi, il nostro sistema energetico era ormai al sicuro, la classe politica italiana si ....
recommon.org/le-scelte-eni-sul

Una situazione che l’attuale presidente della Federazione russa, Vladimir Putin, ha saputo sfruttare a suo vantaggio, costruendovi il suo successo.
l caso russo rappresenta una peculiarità all’interno del discorso sull’eredità del 1989, poiché il crollo dell’Unione Sovietica e del blocco orientale ha avuto enormi ripercussioni su un equilibrio al centro del quale si trovava proprio Mosca.

Mostra thread

Da Brežnev a Putin

Il crollo dell’Unione Sovietica e del blocco orientale ha avuto sulla Russia ripercussioni peculiari, diverse da quelle degli altri paesi al di là della cortina. La prospettiva non è stata infatti quella di un ritorno all’unità nazionale o alla democrazia ma la perdita di centralità nell’equilibrio mondiale, prospettiva per di più risucchiata nelle sabbie mobili di una crisi di identità sociale e culturale.
micromega.net/storia-russia-pu

Le mafie russe sono suddivisibili su base etnica: tatari, ucraini, baschiri, ciuvasci, ceceni e armeni. Si sono ormai internazionalizzate. Questo processo non è stato tanto il frutto di una strategia pianificata quanto il risultato di ... . Negli ultimi venti anni, i mafiosi russi hanno creato un numero crescente di reti transnazionali e oggi sono coinvolti in numerose attività criminali sofisticate.

In Europa dove è presente la mafia russa?
Europol ha individuato e schedato numerose ....

Mostra thread

I tentacoli della mafia russa.

Intervista a Vincenzo Musacchio

L'analisi del giurista e criminologo sulle mafie che in Russia hanno colmato il vuoto lasciato dal “Soviet Supremo” che gestiva tutto. Si sono poi ingrandite grazie alla corruzione
Professor Musacchio, come possiamo definire la mafia russa?
Come un insieme di organizzazioni criminali di stampo mafioso (“organizacija”) composte principalmente dalle etnie dell’ex Federazione Sovietica.

rainews.it/articoli/2022/04/i-

... controllata segretamente dalla compagnia russa del gas Gazprom e che agisce a sostegno del gasdotto Nord Stream 2.

Daniel Eriksson, CEO di Transparency International ha dichiarato: “In un sistema senza controlli ed equilibri, le élite russe sono incoraggiate ....

“Per troppo tempo, le principali economie hanno chiuso un occhio sul denaro sporco russo....

Mostra thread

Transparency International risponde all'attacco contro l'Ucraina
La corruzione alimenta il conflitto e l'insicurezza a livello globale e ora ne stiamo vedendo gli effetti nel caso di Russia e Ucraina.

Le principali democrazie hanno facilitato questo conflitto consentendo ai cleptocrati di promuovere i loro interessi e il potere in tutto l'Occidente. Proprio la scorsa settimana, Transparency International ha riferito di una fondazione statale tedesca ...

transparency.it/informati/news

Berlusconi e Putin, l’accusa degli Stati Uniti: “Con il gas esportano corruzione in Europa”

2010

Silvio Berlusconi e Vladimir Putin, attraverso il “potere” del gas, esportano la corruzione in Europa. L’accusa dell’alto funzionario e massimo esperto del Dipartimento di Stato americano per “Eurasia e questioni energetiche”, Jeffrey Mankoff. E il giudizio è contenuto in un rapporto cruciale del 2009
blitzquotidiano.it/politica-it

La Russia dopo la crisi:
i rapporti economici con l’Italia,
la cooperazione energetica e il
mondo sindacale

Nel 2010 la Russia figura al
154° posto su un totale di 178 paesi (secondo le classifiche di Transparency International).

parlamento.it/documenti/reposi

Gerhard Schröder, il lobbista di Gazprom e amico di Putin

All'interno del partito socialdemocratico tedesco è sempre più grande l’imbarazzo per la sua presenza ai vertici di importanti società russe e la sua amicizia con il leader del Cremlino. Dopo lo stop al progetto Nord Stream 2 e l'invasione russa dell'Ucraina, la sua popolarità è crollata: anche il Borussia Dortmund gli ha revocato la presidenza onoraria
ilfattoquotidiano.it/2022/03/0

Mostra di più

Suggerimenti da Perugia Sostenibile:

sociale.network

Sociale.network è un ambiente di confronto per pacifisti, anarcolibertari, ecologisti, antimilitaristi, anticlericalisti, antirazzisti, antifascisti e ogni altro genere di persone che sogna un mondo più pulito, solidale e libero. Il discorso d'odio è bandito, la pubblicità pure. Niente contenuti a pagamento, niente controllo da parte di qualche azienda privata, design etico e decentralizzazione! Su questo sito, grazie al software libero Mastodon, il proprietario dei tuoi dati sei tu! Senza pubblicità, senza paywall, senza algoritmi, senza cookies di profilazione, è indipendente, senza azionisti, investitori o gruppi/circoli/centri a cui dover riferire, senza tracciabilità. Sociale.network non è un social commerciale, non ha alcun scopo di lucro, nessuno ti spia, nessuno analizza cosa stai facendo, nessuna fastidiosa registrazione, niente dati personali, niente costi premium, nessuna notifica fastidiosa, nessuna email e niente banner pubblicitari. Sociale.network è una iniziativa dell'associazione culturale altrinformazione.net e dell'associazione peacelink.it