Segui

anche perché le stesse aziende che ora vogliono mettere le mani su 500 miliardi di euro di fondi europei dipinti di verde sono quelle che poi dopo pochi decenni di esercizio ti lasceranno in mano patate bollenti come questa: lavori di smantellamento che lasciano dietro di sé un deserto radioattivo, durano decenni e costano miliardi, che ovviamente dovremo sborsare noi dopo aver sborsato i soldi pubblici per finanziare profitti privati inquinanti. twitter.com/WECF_INT/status/11

@gubi
Non so quando ma prima o poi bisognerà dire no alla fissione nucleare.
Giusto per i poveri ricercatori nella fusione nucleare

@teknozingaro e perché no? Il nucleare è una delle tecnologie elencate dall'IPCC tra quelle che possono ostacolare il cambiamento climatico. Ma dal momento che lo stesso IPCC la elenca come tecnologia sperimentale e rischiosa, che se la paghino i privati invece di attaccarsi alla mammella statale per fare il "neoliberismo sovietico". Se il nucleare salverà il mondo, che lo finanzino le banche d'investimenti, ma se queste stanno alla larga, allora non dirottate fondi UE su un business già morto.

@gubi
Nel l'articolo non si fa il distinguo, ma si riferisce alla fissione.
Certo! Sono a favore delle rinnovabili sopra ogni cosa, ma non ci sono ancora soluzioni sul "mercato".
La ricerca sulla fusione sara uno step successivo per l'umanità, ma non prima di quello sulle rinnovabili.

Detto ciò, a mia avviso, le rinnovabili hanno il cruciale problema dello stoccaggio di energia (batterie sostenibili).

L'unica azienda che sta investendo seriamente e potrebbe contribuire in maniera incisiva è la cinese CATL con delle batterie al sale, con le proprietà perfette per le rinnovabili.

Le rinnovabili sono l'arco e le batterie sostenibili sono la chiave di volta.

Per quanto riguarda la fusione c'è solo l'idea di arco.

@teknozingaro L'IPCC dice che le rinnovabili sono energie mature sia sul piano tecnologico sia sul piano economico. Essendoci un coro di voci a riguardo, io faccio riferimento unicamente alla sintesi della migliore scienza disponibile, che sono i rapporti IPCC. A quanto pare le rinnovabili sono un approvvigionamento tecnicamente sicuro per la Germania che a gennaio ha chiuso tre delle sue sei centrali nucleari, e un investimento economicamente promettente per i fornitori di energia tedeschi.

Accedi per partecipare alla conversazione
sociale.network

Sociale.network è un ambiente di confronto per pacifisti, anarcolibertari, ecologisti, antimilitaristi, anticlericalisti, antirazzisti, antifascisti e ogni altro genere di persone che sogna un mondo più pulito, solidale e libero. Il discorso d'odio è bandito, la pubblicità pure. Niente contenuti a pagamento, niente controllo da parte di qualche azienda privata, design etico e decentralizzazione! Su questo sito, grazie al software libero Mastodon, il proprietario dei tuoi dati sei tu! Senza pubblicità, senza paywall, senza algoritmi, senza cookies di profilazione, è indipendente, senza azionisti, investitori o gruppi/circoli/centri a cui dover riferire, senza tracciabilità. Sociale.network non è un social commerciale, non ha alcun scopo di lucro, nessuno ti spia, nessuno analizza cosa stai facendo, nessuna fastidiosa registrazione, niente dati personali, niente costi premium, nessuna notifica fastidiosa, nessuna email e niente banner pubblicitari. Sociale.network è una iniziativa dell'associazione culturale altrinformazione.net e dell'associazione peacelink.it