Segui

Su sociale.network le iscrizioni erano aperte, ma ci hanno travolto le masse in fuga da Twitter.

Poi le abbiamo chiuse, ma ci dispiaceva escludere spiriti affini a questa community.

E quindi da oggi le iscrizioni su sociale.network sono A INVITI.

Ogni membro della community può usare la funzione di mastodon che permette di generare link di invito per aprire l'iscrizione a terzi. Usatela saggiamente!

Il link è

sociale.network/invites

Per entrare, fatevi un amico qui da noi!

@gubi può reggere il #fediverso con i numeri di Twitter poggiando solo su volontariato e donazioni? Si potrebbero trovare forme di sponsorizzazione che non snaturino la filosofia della piattaforma?

@giobardelli noi ci autofinanziamo con 4k utenti, per arrivare ai 400M utenti ci vogliono 100k community come la nostra sparse per il globo, che tirano su i soldi necessari a tenere in piedi un server medio-piccolo. Se poi vogliamo i grandi colossi che accentrano tutto allora sì che servono i miliardi. Ma la decentralizzazione è sostenibile sia tecnicamente che economicamente.

@gubi io penso sia meglio 100k community sponsorizzate da imprese private che, autoregolandosi, riescono a farsi un po' di pubblicità piuttosto che vedere le stesse imprese finanziare i grandi colossi dell'advertising che hanno rinchiuso miliardi di persone nella "trappola" social.

@giobardelli il problema è che appena arriva una istanza di una impresa privata io mi vedo costretto a defederarla perché su sociale.network vogliamo uno spazio pubblico non condizionato da interessi privati, e immagino che anche molti altri admin farebbero lo stesso...

@gubi non sei costretto, è una scelta. Certo che se l'impresa privata è Meta sei costretto, perché non sopravviveresti. Ma se fosse una piccola società di servizi IT? O un consorzio di ristoranti e altri esercizi pubblici di una città? Parteciperebbero al finanziamento della rete federata, piuttosto che finanziare Meta come fanno adesso. Dovrebbero rispettare le regole, anche quelle dei limiti all'autopromozione, pena la defederazione.

@giobardelli esistono degli spazi sociali che non sono spazi di mercato, e dove il mercato va tenuto alla larga. Uno di questi è la comunicazione sociale. Una istanza sponsorizzata da un consorzio di ristoranti sarebbe a disagio con contenuti vegani, ad esempio. Ed è un bene che ci siano spazi liberi e protetti, difesi dal marketing e privi di fini di lucro anche se il lucro è di aziende benemerite.

@gubi quindi la tua visione (legittima e motivata, ci mancherebbe) è quella della "comune" che per tutelarsi rifiuta qualsiasi contatto con il "sistema". Io invece avrei provato ad utilizzare i social del #fediverso per scardinare il modello di business sul quale attualmente si basa tutto ciò che gira attorno a internet: algoritmi, compravendita di dati personali, etc... Ma la mia è forse una visione ancora più utopica.

@giobardelli non è la mia visione personale, in generale tutto il mondo del software libero (che è alla base del fediverso e di Mastodon) condivide un orientamento simile. Senza l'approccio libero alle comunità virtuali probabilmente non avremmo Linux, tantissimo software che tiene in piedi Internet e il Fediverso stesso.

Accedi per partecipare alla conversazione
sociale.network

Sociale.network è un ambiente di confronto per pacifisti, anarcolibertari, ecologisti, antimilitaristi, anticlericalisti, antirazzisti, antifascisti e ogni altro genere di persone che sogna un mondo più pulito, solidale e libero. Il discorso d'odio è bandito, la pubblicità pure. Niente contenuti a pagamento, niente controllo da parte di qualche azienda privata, design etico e decentralizzazione! Su questo sito, grazie al software libero Mastodon, il proprietario dei tuoi dati sei tu! Senza pubblicità, senza paywall, senza algoritmi, senza cookies di profilazione, è indipendente, senza azionisti, investitori o gruppi/circoli/centri a cui dover riferire, senza tracciabilità. Sociale.network non è un social commerciale, non ha alcun scopo di lucro, nessuno ti spia, nessuno analizza cosa stai facendo, nessuna fastidiosa registrazione, niente dati personali, niente costi premium, nessuna notifica fastidiosa, nessuna email e niente banner pubblicitari. Sociale.network è una iniziativa dell'associazione culturale altrinformazione.net e dell'associazione peacelink.it