Nel merito sono condivisibili, nel
metodo non si capisce a chi diavolo si stanno rivolgendo, visto che il ministro dell'ambiente è stato piazzato al governo dal loro partito. :nonuke:

:nonuke: Se la macchina inquina troppo, ti obbligano a rottamarla. Se la centrale nucleare diventa troppo vecchia e pericolosa per le teste di Chicco non c'è problema: basta estendere le licenze per mettere toppe a spese del contribuente, tollerare una maggiore obsolescenza e ignorare che prima o poi quella centrale dovrai comunque chiuderla. Le centrali nucleari spostano sulle generazioni successive due problemi: transizione energetica e adozione di stili di vita meno energivori.

:nonuke: Quando ti spacci per "ambientalista nucleare" e non sai nemmeno cosa significano i bollini che metti in giro sui social. Gli impieghi militari connessi al nucleare civile, con la proliferazione di armi nucleari, sono stati segnalati dall'IPCC tra i rischi e i problemi di questa energia, e infatti chi dice "sì all'energia nucleare" usa bollini con scritte in tedesco che significano "guerra nucleare? Si grazie".

:nonuke: la propaganda nuclearista indica la francia come modello virtuoso di decarbonizzazione. Questa la realtà dei fatti:

1) Il parco nucleare francese è obsoleto, con molte centrali sulla soglia critica dei 40 anni di esercizio.

sortirdunucleaire.org/Quel-age

2) Il bollino verde della tassonomia europea serve per far pagare all'eurocontribuente (e non alle imprese francesi che hanno fatto profitti) 50 MRD di rattoppi a fabbriche fatiscenti di scorie radioattive.

lemonde.fr/economie/article/20

:nonuke: Le cosiddette "emissioni zero" del nucleare sono una leggenda metropolitana. L'impatto dell'industria mineraria dell'uranio non è a emissioni zero. Ringrazio @nemobis per aver aggiunto un nuovo dato di riflessione alle mille ragioni per dire

Altre buona notizie arrivano dal Financial Times: se l'Europa vorrà dare soldi al nucleare sperimentale che a detta dell'Agenzia Internazionale per l'Energia atomica non sarà attivo prima del 2030, e a detta dell'IPCC è una tecnologia rischiosa e non matura, Austria e Lussemburgo ricorreranno alla corte europea di Giustizia. :nonuke:

ft.com/content/928ad46d-ffd8-4

Mostra thread

:nonuke: E ora se il nucleare è proprio questa magica lampada di Aladino che dite voi, fatelo con i soldi vostri e non con i soldi dei contribuenti europei, che saranno investiti in tecnologie che l'IPCC ha certificato come mature e sicure.

ilfattoquotidiano.it/2022/01/2

L'autorità francese per la sicurezza nucleare segnala dei problemini nello smaltimento delle scorie e suggerisce di abbandonare la pratica di riciclaggio dell'uranio esausto. Ma saranno anche loro ambientalisti ideologici come dice Cingolani.

reporterre.net/L-ASN-envisage-

In un meme, tutto quello che c'è da sapere sulla seduzione "ecologica" del nucleare e sul suo lato oscuro.

Le alternative al nucleare sono elencate in questo webinar, e riassumibili come segue: spendere 500 MRD EUR per sostenere l'economia europea delle rinnovabili (con IPCC che certifica tecnologie mature e sicure) invece di usarli per alimentare il business del nucleare nelle mani di poche imprese (con tecnologie sperimentali che lo saranno per altri dieci anni, rischi e ostacoli certificati dall'IPCC e dall'Agenzia Internazionale per l'energia atomica).

sociale.network/@gubi/10761462

anche perché le stesse aziende che ora vogliono mettere le mani su 500 miliardi di euro di fondi europei dipinti di verde sono quelle che poi dopo pochi decenni di esercizio ti lasceranno in mano patate bollenti come questa: lavori di smantellamento che lasciano dietro di sé un deserto radioattivo, durano decenni e costano miliardi, che ovviamente dovremo sborsare noi dopo aver sborsato i soldi pubblici per finanziare profitti privati inquinanti. twitter.com/WECF_INT/status/11

Perfino i lobbisti radioattivi più esaltati sanno che prima del 2040 non si potrà fare nulla di concreto (ammesso di riuscire a stracciare due referendum) e che nel frattempo l'unica cosa concreta sarà il giro di soldi per foraggiare l'inutile indotto del nucleare.

Per Evi e Bonelli dei verdi "Includere il gas e il nucleare tra gli investimenti verdi significa di fatto privare di credibilità il sistema di tassonomia Ue. (...) gas e nucleare non possono essere annoverati tra le fonti di energia sostenibili (...) scivoleremmo in un lampo tra i peggiori green bond al mondo e ci copriremmo di ridicolo, soprattutto se pensiamo che i green bond russi escludono il gas, e gli stessi green bond francesi attualmente escludono gli investimenti nel nucleare!"

La combo mortale di ignoranza e arroganza colpisce ancora. E' sempre più chiaro perché qualcuno sta pensando di rifilare il nucleare a un popolo seminanalfabeta a cui puoi far credere di tutto, anche che una tecnologia in via di sperimentazione è già pronta all'uso.

Il c.d. "nucleare di quarta generazione" è una truffa per dirottare su pochi soggetti privati 500 MRD € di fondi europei, senza benefici concreti sul clima.

Lo spiego in questo webinar di :

youtube.com/watch?v=-w0MqFBkAF

Qui le diapositive:

docs.google.com/presentation/d

Avviso importante agli onanisti dell'atomo: accontentatevi della categoria "nuclear disaster" su energyporn. E date retta a Tozzi!

Fatevi un avatar con le immagini qui sotto o prendetevi il mio, che qua si sentono tutti Bruce Banner e vogliono farsi una bella doccia radioattiva per sviluppare i superpoteri.

Il commissario europeo al mercato interno: « inclure le nucléaire dans la taxonomie est donc crucial pour permettre à la filière d’attirer tous les capitaux dont elle aura besoin ». Traduzione da francese e politichese: il nucleare è una energia costosa che non ha mercato, per la quale dobbiamo versare 500 miliardi pubblici per garantire profitti privati.

Nucléaire nouvelle génération : l’UE devra investir « 500 milliards d’ici à 2050 », estime Thierry Breton
lemonde.fr/economie/article/20

Pensate che c'è perfino gente che non vuol bere acqua radioattiva come quella fuoriuscita a dicembre nell'incidente alla centrale francese tenuta aperta oltre la soglia dei quarant'anni di esercizio. Le teste di Chicco invece ci fanno i gargarismi e il collirio. Bravi!

Mostra di più
sociale.network

Sociale.network è un ambiente di confronto per pacifisti, anarcolibertari, ecologisti, antimilitaristi, anticlericalisti, antirazzisti, antifascisti e ogni altro genere di persone che sogna un mondo più pulito, solidale e libero. Il discorso d'odio è bandito, la pubblicità pure. Niente contenuti a pagamento, niente controllo da parte di qualche azienda privata, design etico e decentralizzazione! Su questo sito, grazie al software libero Mastodon, il proprietario dei tuoi dati sei tu! Senza pubblicità, senza paywall, senza algoritmi, senza cookies di profilazione, è indipendente, senza azionisti, investitori o gruppi/circoli/centri a cui dover riferire, senza tracciabilità. Sociale.network non è un social commerciale, non ha alcun scopo di lucro, nessuno ti spia, nessuno analizza cosa stai facendo, nessuna fastidiosa registrazione, niente dati personali, niente costi premium, nessuna notifica fastidiosa, nessuna email e niente banner pubblicitari. Sociale.network è una iniziativa dell'associazione culturale altrinformazione.net e dell'associazione peacelink.it