Mostra di più

L'Italia ha bisogno di tutto tranne che di fascisti, affondatori di navi salvavita, criminalizzatori di ambulanze del mare, ipocriti e fomentatori di torture in Libia.

Favoreggiamento dell’immigrazione irregolare: alcuni dubbi di costituzionalità Nota a margine dell’ordinanza del Tribunale di Bologna 1.12.2020 asgi.it/notizie/favoreggiament /Protezioneinternazionale -Diritti-Senza-Confini

Ai farisei xenofobi e ignoranti che predicano odio sventolando crocifissi che non capiscono e vangeli che non leggono, e costruiscono un Dio a misura delle loro nevrosi e fobie dico solo questo: potete bestemmiare quanto volete, ma Cristo e il Papa sono dalla parte dei migranti.

Dai generali alle violazioni dei diritti umani: i passi del colpo di Stato in Myanmar ift.tt/37E36n3

Le cave di porfido del Trentino e gli interessi della ‘ndrangheta ift.tt/3kcFgUy

Nel 1968 con i manifesti capivamo più cose su lavoro e migranti di quelle che si capiscono nel 2018 con Internet. Eppure basterebbe studiare un minimo per capire chi ti frega davvero, e che la sete di giustizia per tutti serve più dell'odio per alcuni, utile solo ai potenti.

Se questi sono i difensori dell'italianità, allora abbasso il patriottismo, e viva l'EUROPA, il COSMOPOLITISMO, il METICCIATO, le FRONTIERE APERTE e lo .

Se per sentirti appagato hai bisogno di conati d'odio, frontiere blindate e poveri che muoiono in mare, non sei una soluzione politica, ma un problema sociale.

Siete a dieci pagine dalla realtà. E' una realtà che fa male, perchè rivela che da decenni vi imbrogliano per fare soldi e carriera sull'odio etnico. Ma dopo la delusione sarete liberi dall'odio e dalle manipolazioni gialloverdi. E allora leggete! ift.tt/31V1SPJ

Per tornare al ristorante aspetto la fine della pandemia, ma se nel frattempo loro come categoria vogliono diventare supporter fascioleghisti come a Roma, promuovere raduni nomask come a Taranto, o minacciare giornalisti come a Bologna, aspetterò anche più a lungo: se il mio diritto alla salute non è compatibile col loro diritto al lavoro, mi faccio da parte e includo il ristorante assieme alla discoteca nei settori dell'economia che affido a consumatori più giovani e spensierati di me.

Attanasio e Iacovacci: costruttori di ponti e portatori di pace  ift.tt/3pKH5ck

Press Play on Sport: il nuovo libro della collana accaParlante racconta lo sport accessibile a tutti ift.tt/3kc07Y6

"La mia terra la difendo", il fumetto sulla Sicilia pulita che ha sfidato "il pregiudicato Sgarbi", il malaffare e il potere politico. Prefazione di Don Luigi Ciotti, contributi di Riccardo Orioles e Andrea Camilleri, disegni di @kanjano@twitter.com. ift.tt/2xrZ0wy

Mostra di più

Suggerimenti da Carlo Gubitosa:

sociale.network

Sociale.network è un ambiente di confronto per pacifisti, anarcolibertari, ecologisti, antimilitaristi, anticlericalisti, antirazzisti, antifascisti e ogni altro genere di persone che sogna un mondo più pulito, solidale e libero. Il discorso d'odio è bandito, la pubblicità pure. Niente contenuti a pagamento, niente controllo da parte di qualche azienda privata, design etico e decentralizzazione! Su questo sito, grazie al software libero Mastodon, il proprietario dei tuoi dati sei tu! Senza pubblicità, senza paywall, senza algoritmi, senza cookies di profilazione, è indipendente, senza azionisti, investitori o gruppi/circoli/centri a cui dover riferire, senza tracciabilità. Sociale.network non è un social commerciale, non ha alcun scopo di lucro, nessuno ti spia, nessuno analizza cosa stai facendo, nessuna fastidiosa registrazione, niente dati personali, niente costi premium, nessuna notifica fastidiosa, nessuna email e niente banner pubblicitari. Sociale.network è una iniziativa dell'associazione culturale altrinformazione.net e dell'associazione peacelink.it