Laura Tussi condiviso

Dopo Hiroshima
E ora?
Durante gli anni ’50 del secolo scorso, l’incubo dell’atomica e la guerra fredda turbano la vita di un mondo che cerca di trovare sé stesso e uscire dalle macerie ancora fumanti della Seconda guerra mondiale. Sono gli anni della guerra in Corea e dell’occupazione sovietica dell’Ungheria. Il movimento internazionale dei partigiani della pac
perunaltracitta.org/homepage/2
#PrimoPiano #atomica #DaniloDolci #movimentoperlapace #pace

GEOS NEWS

Intervista con Vittorio Agnoletto

Il tema della pace è ora più che mai urgente, sia per la guerra russo-ucraina, sia per le tensioni internazionali sempre più pericolose. Immagino che per un medico come lei, che si occupa di salute, cioè di vita, questa situazione deve costituire un grave allarme. Un motivo in più perché gli ecopacifisti facciano sentire la loro voce di condanna.

it.geosnews.com/news/toscana/l

Blog ODISSEA

Intervista con Vittorio Agnoletto

I danni provocati dalla guerra sono anche collegati ad altri disastri sociali: pensiamo per esempio al fatto che intere popolazioni, migliaia, talvolta decine o centinaia di migliaia di persone sono obbligate ad abbandonare le loro case e finiscono nei campi per rifugiati, nei quali vivono una condizione molte volte ai limiti della dignità umana

libertariam.blogspot.com/searc

NUOVA RESISTENZA

Le voci della ragione: conversazione con Vittorio Agnoletto – perUnaltracittà | La Città invisibile | Firenze

Uno dei primi obiettivi è far sì che l’Italia firmi il Trattato voluto da Ican, il TPAN, Trattato Proibizione armi nucleari. Di questo il mondo politico non parla, ma è un obiettivo assolutamente fondamentale.

CONTROPIANO

Intervista con Vittorio Agnoletto

I danni provocati dalla guerra sono anche collegati ad altri disastri sociali.

“Credo che i ragionamenti intorno alla guerra, in epoca nucleare, debbano modificarsi completamente… Oggi messaggi che sembrano radicali e che possono apparire un’utopia rappresentano invece l’unica via che l’umanità ha davanti a sé per la propria sopravvivenza”

contropiano.org/news/politica-

AGORAVOX

Le voci della ragione: conversazione con Vittorio Agnoletto

Gaccione sostiene che bisogna avviare il disarmo unilaterale senza contropartita, come ha fatto lo Stato del Costa Rica che nel libro è citato come esempio. Procedere allo scioglimento dell’esercito e riconvertire a scopi sociali la spesa militare. Per esempio, investendo nella sanità pubblica, nella strumentazione e nella ricerca.

agoravox.it/Le-voci-della-ragi

PER UN'ALTRA CITTA'

LE VOCI DELLA RAGIONE: CONVERSAZIONE CON VITTORIO AGNOLETTO.

Intervista con Vittorio Agnoletto

In questi giorni ho letto il pamphlet dello scrittore disarmista Angelo Gaccione Scritti contro la guerra. Un discorso molto radicale e che considera tutti gli Stati armati responsabili di un sistema criminale ai danni degli esseri umani e della natura

perunaltracitta.org/homepage/2

ARCOIRISTV

LE VOCI DELLA RAGIONE: CONVERSAZIONE CON VITTORIO AGNOLETTO.

Laura Tussi conversa con Vittorio Agnoletto, medico, ex parlamentare europeo e soprattutto attivissimo in favore della tutela della salute, dei beni comuni, dell'impegno pacifista.

arcoiris.tv/lettere/author/Lau

PRESSENZA INTERNAZIONALE

Le voci della ragione: conversazione con Vittorio Agnoletto

Gli scienziati continuano a mettere in guardia i governi e gli Stati e parlano di baratro nucleare. Secondo molte autorevoli personalità ci stiamo incamminando su una via di non ritorno. Che cosa possiamo fare?

pressenza.com/it/2022/09/le-vo

IL SOLE DI PARIGI

Prime note per una storia del movimento degli anni ’80 contro gli euromissili...

Spianato con le ruspe il campo internazionale per la pace. Alcune donne straniere vengono espulse. Poi ancora una via crucis davanti alla base di Comiso promossa dalle Acli, Fuci e comunità cristiane di base

ilsolediparigi.it/2022/09/18/p

PER UN'ALTRA CITTA'

PRIME NOTE PER UNA STORIA DEL MOVIMENTO DEGLI ANNI ’80 CONTRO GLI EUROMISSILI

...Nei giorni successivi alcuni pacifisti cominceranno lo sciopero della fame e si apre a Vittoria il campo internazionale della pace che attiverà molte iniziative: marce, digiuni, blocchi.

perunaltracitta.org/homepage/2

TEMPI DI FRATERNITA'

Prime note per una storia del movimento degli anni '80 contro gli euromissili

Il movimento contro gli euromissili negli anni ‘80:

"Dalla Sicilia alla Scandinavia NO alla Nato e al patto di Varsavia".

tempidifraternita.it/public/pa

ARCOIRISTV

PRIME NOTE PER UNA STORIA DEL MOVIMENTO DEGLI ANNI '80 CONTRO GLI EUROMISSILI

...In migliaia bloccano i cancelli dell'aeroporto e impediscono i lavori alla base: una mostra fotografica illustra la tragedia di Hiroshima. Parte la marcia Comiso-Ginevra organizzata dalle Acli e vi sono cariche della polizia contro i pacifisti che bloccano i cancelli. Ancora cariche nel settembre dell'83...

arcoiris.tv/lettere/author/Lau

AGORAVOX

Prime note per una storia del movimento degli anni ’80 contro gli euromissili.

Comiso non deve diventare l’Hiroshima di domani.

In breve Comiso diventa anche e soprattutto una delle capitali mondiali di un nuovo pacifismo...

UNIMONDO

Molto meno ingenti i movimenti e le manifestazioni pacifiste e nonviolente a Ghedi, a Aviano e a Buchel in Germania contro le famigerate bombe nucleari Usa B61-12 che verranno stoccate in queste basi Nato dislocate nei territori europei.

Al contrario un movimento di ampiezza senza precedenti quello contro gli euromissili nei primi anni ‘80

IL SOLE DI PARIGI

Docenti Senza Frontiere: quaderni etici, neutri e solidali.

Un obiettivo necessario consiste nel sostenere le stesse scuole aderenti, con progetti educativi, solidali, interculturali in linea con lo statuto di Docenti Senza Frontiere.

ilsolediparigi.it/2022/09/11/d

TEMPI DI FRATERNITA'

Docenti Senza Frontiere è l'ideatrice di percorsi di formazione sui temi dell’Agenda ONU 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

L´attività è raccolta con interesse da diversi licei artistici e istituti d'arte in quanto offre ad essi una nuova opportunità di utilizzo delle competenze acquisite...

In foto con il Partigiano e Deportato Emilio Bacio Capuzzo

tempidifraternita.it/public/pa

Laura Tussi condiviso

Docente, giornalista e scrittrice, si occupa di pedagogia nonviolenta e interculturale. Ha conseguito cinque lauree specialistiche in formazione degli adulti e consulenza pedagogica nell'ambito delle scienze della formazione e dell'educazione. Coordinamento Campagna "Siamo tutti Premi Nobel per la Pace con ICAN": Rete Internazionale ICAN - Premio Nobel per la Pace 2017 per il disarmo nucleare universale.

peacelink.it/tools/author.php?

Laura Tussi condiviso

Le voci della ragione: conversazione con Vittorio Agnoletto
Laura Tussi conversa con Vittorio Agnoletto, medico, ex parlamentare europeo e soprattutto attivissimo in favore della tutela della salute, dei beni comuni, dell’impegno pacifista.

Tu
perunaltracitta.org/homepage/2
#PrimoPiano #AngeloGaccione #dirittoallasalute #disarmo #ecopacifismo #LauraTussi #nucleare #pace #sanitàpubblica #VittorioAgnoletto

IL SOLE DI PARIGI

Demoghela, il reggimento che non voleva combattere.

Una storia poco conosciuta e non riconosciuta ufficialmente, una storia da raccontare.
Allo spettacolo seguirà la proiezione di una videointervista inedita all’obiettore Giuseppe Bruzzone a cura di Laura Tussi e Fabrizio Cracolici.

ilsolediparigi.it/2022/09/14/d

Mostra di più
sociale.network

Sociale.network è un ambiente di confronto per pacifisti, anarcolibertari, ecologisti, antimilitaristi, anticlericalisti, antirazzisti, antifascisti e ogni altro genere di persone che sogna un mondo più pulito, solidale e libero. Il discorso d'odio è bandito, la pubblicità pure. Niente contenuti a pagamento, niente controllo da parte di qualche azienda privata, design etico e decentralizzazione! Su questo sito, grazie al software libero Mastodon, il proprietario dei tuoi dati sei tu! Senza pubblicità, senza paywall, senza algoritmi, senza cookies di profilazione, è indipendente, senza azionisti, investitori o gruppi/circoli/centri a cui dover riferire, senza tracciabilità. Sociale.network non è un social commerciale, non ha alcun scopo di lucro, nessuno ti spia, nessuno analizza cosa stai facendo, nessuna fastidiosa registrazione, niente dati personali, niente costi premium, nessuna notifica fastidiosa, nessuna email e niente banner pubblicitari. Sociale.network è una iniziativa dell'associazione culturale altrinformazione.net e dell'associazione peacelink.it