MisterTi condiviso
MisterTi condiviso
MisterTi condiviso

DOMICILIARI PER DANA

Poco fa il Tribunale di sorveglianza ha concesso a Dana gli arresti domiciliari.
Dana è detenuta dal settembre 2020 dopo che una condanna a due anni di detenzione per una manifestazione del 2012 al casello di Avigliana.
Dana sostanzialmente è stata condannata perché quel giorno ha parlato al megafono spiegando le ragioni della protesta.

#NoTav

milanoinmovimento.com/moviment

MisterTi condiviso
MisterTi condiviso
MisterTi condiviso

DA OGGI DANA SARÀ FINALMENTE SCARCERATA.

Sarà tradotta agli arresti domiciliari con tutte le restrizioni legate al divieto di incontro.
Attendiamo ancora informazioni dagli avvocati in merito alle specifiche del provvedimento.

Finalmente una parte di questa ingiustizia termina, ma non ci possiamo accontentare. Vogliamo Dana completamente libera, così come Fabiola e tutti e tulle i/le notav che hanno qualsiasi limitazione della libertà imposta.

Dana sarà agli arresti domiciliari con tutte le restrizioni del caso, non potrà ricevere visite o altro, ma ci batteremo anche contro questa ennesima vendetta.

notav.info/iostoconchiresiste/

MisterTi condiviso
MisterTi condiviso

I cellulari di mezzo miliardo di utenti Facebook, conditi con altri dati personali e/o sensibili come l'email, lo stato civile, la geolocalizzazione o l'orientamento politico/religioso, sono a disposizione GRATUITAMENTE per CHIUNQUE abbia le conoscenze necessarie a procurarseli. (E sono davvero minime). La politica tace e si deresponsabilizza, mentre dovrebbe obbligare Facebook ad AVVISARE le persone che hanno avuto il loro cellulare esposto al pubblico per l'omesso controllo della piattaforma.

MisterTi condiviso

La strada di #google e #facebook verso il monopolio attraverso le acquisizioni, e in qualche caso la chiusura delle attività, dei principali competitori. [articolo del 2019]

nytimes.com/interactive/2019/0

#CapitalismoDellePiattaforme

MisterTi condiviso

#mastoradio

youtube.com/watch?v=4X6pAssKqh

Una raccolta di stoner italiano che spacca tantissimo. Una di quelle cose che ti fanno passare la voglia di toglierit le cuffie e parlare con la gente :)

MisterTi condiviso

Pensavo che dopo la gestione disumana e criminale dei Riva si fosse toccato il fondo della vergogna, ma la dirigenza di Mittal mi ha fatto cambiare idea. Taranto è ferma a due secoli fa e lo spirito di Dickens aleggia tra gli altoforni sporchi di carbone proprio come nelle fabbriche dell'800. Gli operai inglesi furono chiamati al riscatto da Marx, quelli tarantini non hanno nessuna utopia che li sostenga.

lagazzettadelmezzogiorno.it/ne

MisterTi condiviso

500 firme in un giorno! Aiutaci a far crescere la petizione per togliere un bene comune ad un violentatore e sfruttatore. da capitale del lavoro nero a capitale del ...è possibile? Noi crediamo di sì! chng.it/NPCMqq8R

500 firme in un giorno! Aiutaci a far crescere la petizione per togliere un bene comune ad un violentatore e sfruttatore. da capitale del lavoro nero a capitale del ...è possibile? Noi crediamo di sì! chng.it/NPCMqq8R

MisterTi condiviso

Una rete diversa è possibile?
Anche ai social network c'è un'alternativa...ne parliamo con Carlo Gubitosa.

youtu.be/mZF9RpDAQrc

Un po' come se fossimo il vostro Marty e il vostro Doc di Ritorno al Futuro, vi facciamo fare un viaggio indietro nel tempo fino all'estate del 2001, al G8 di Genova.

Fuori sfruttatori e violentatori dalla gestione dei beni pubblici! Firma e condividi per chiedere che Napoli Sotterranea sia tolta all'attuale gestore e restituita alla città! chng.it/NPCMqq8R? @PapBariepv @gubi

MisterTi condiviso

Oggi il segretario del maggior sindacato italiano in una intervista ad un quotidiano parla del futuro del sindacato indicando la via di una costruzione del sindacato di strada, di transizione ecologica, e di nuova legge sulla rappresentanza, ma non una parola sullo #smartworking

MisterTi condiviso

Le commissioni parlamentari di Camera e Senato hanno dato il via libera alla destinazione di ben 17 miliardi del Recovery Fund in armamenti.
Va detto che è una scelta in parte ereditata dal governo Conte...
DISGUSTO TOTALE, quanti altri settori avrebbero bisogno di questi soldi per ripartire quando sarà finita questa emergenza COVID...
pressenza.com/it/2021/04/un-re

MisterTi condiviso

Ieri a , fuori da una chiesa viene esposto uno striscione che in poche parole dice molte cose.
I passanti nella foto potrebbero rappresentare bene l'Italia di oggi, che va per la sua strada, errante, si gira, non si sa se comprende il messaggio e forse non invertirà nemmeno la rotta.
.
Gli autori che hanno avuto l'idea sono i compagni del , lo scatto è diventato virale.
abruzzo.cityrumors.it/notizie-

MisterTi condiviso

E' di poche ore la notizia dell'annullamento del passaggio al Comune di "Napoli Sotterranea", per volontà del TAR e Comune di Napoli stesso. Pertanto continua a rimanere in mano al demanio in concessione a Enzo Albertini condannato per violenza sessuale e sfruttamento lavoro nero. L'associazione onlus (!) faceva lavorare le persone per pochi euro anche oltre otto ore al giorno.
jesopazzo.org/index.php/list-a
A breve petizione per da sottoscrivere. La lotta non si ferma!

Mostra di più
sociale.network

Sociale.network è un ambiente di confronto per pacifisti, anarcolibertari, ecologisti, antimilitaristi, anticlericalisti, antirazzisti, antifascisti e ogni altro genere di persone che sogna un mondo più pulito, solidale e libero. Il discorso d'odio è bandito, la pubblicità pure. Niente contenuti a pagamento, niente controllo da parte di qualche azienda privata, design etico e decentralizzazione! Su questo sito, grazie al software libero Mastodon, il proprietario dei tuoi dati sei tu! Senza pubblicità, senza paywall, senza algoritmi, senza cookies di profilazione, è indipendente, senza azionisti, investitori o gruppi/circoli/centri a cui dover riferire, senza tracciabilità. Sociale.network non è un social commerciale, non ha alcun scopo di lucro, nessuno ti spia, nessuno analizza cosa stai facendo, nessuna fastidiosa registrazione, niente dati personali, niente costi premium, nessuna notifica fastidiosa, nessuna email e niente banner pubblicitari. Sociale.network è una iniziativa dell'associazione culturale altrinformazione.net e dell'associazione peacelink.it