raccolte. 
peacelink.it/conflitti/a/49263

Domani alle ore 10 su peacelink.it sarà disponibile online il testo completo di "La guerra che verrà".
Per aggiungere la propria firma, scrivere a:
Alessandro Marescotti a.marescotti@peacelink.org

Mostra thread

Domani 20 ottobre alle ore 10 verrà lanciato un messaggio firmato collettivamente che riguarda il futuro della guerra in Ucraina. 
È uno sforzo collettivo di analisi condivisa.
È il tentativo di intellettuali e attivisti di prevedere ragionevolmente le dinamiche militari ed economiche dell'escalation bellica, sulla base dei dati disponibili e della documentazione che verrà condivisa in allegato al messaggio.
Questa è una sintetica anticipazione del senso dell'iniziativa con le firme

Israele: al fianco dell'Ucraina ma non invieremo armi
La politica di Israele nei confronti dell'Ucraina "non cambierà": a fianco di Kiev ma "non saranno fornite armi". Lo ha detto il ministro della Difesa Benny Gantz che ha incontrato gli ambasciatori Ue confermando "il sostegno e la permanenza di Israele" a fianco dell'Occidente. Gantz ha poi detto che Israele offrirà a Kiev "sistemi di allerta precoci per i civili". (Repubblica di oggi)

l'anteprima nell'Aula Nuova del Sinodo, in Vaticano, il film è già stato visto milioni di volte.

I sottotitoli sono ora disponibili: fai clic sull'icona dei sottotitoli in basso a destra del video per attivarli, quindi fai clic sull'ingranaggio che rappresenta le impostazioni per trovare i sottotitoli nella tua lingua. Il film sarà doppiato in spagnolo, francese e portoghese alla fine di questo mese.

Mostra thread

theletterfilm.org/watch/

Il 4 ottobre 2022 è uscito The Letter, un nuovo documentario ricco di spunti con la partecipazione di Papa Francesco.

Il film dà vita alla nuova e trasformativa visione di tutela ambientale condivisa attraverso la Laudato Sì. Ogni persona evidenziata in The Letter rappresenta una voce che non viene ascoltata nelle conversazioni globali sulla crisi planetaria: la voce degli indigeni, la voce dei giovani, la voce dei poveri e la voce della natura.

Dopo

". rischia 175 anni di carcere negli Usa, per aver fatto il giornalista, per aver fatto conoscere a tutti gravi violazioni di diritti umani in Iraq, in Afghanistan, a Guantanamo. Vi aspettiamo il 15 ottobre dalle 18 nella redazione di Left . "- Simona Maggiorelli Direttrice di LEFT

A questo link il testo integrale dell'intervento in Inglese di Clare DALY nella seduta plenaria dell'Europarlamento del 5 ottobre 2022:

europarl.europa.eu/doceo/docum

"Opporsi all'orribile follia della guerra non è anti-europeo, non è anti-ucraino, non è filo-russo: è buon senso. La classe lavoratrice europea non ha nulla da guadagnare da questa guerra e tutto da perdere. E trovo ridicolo che coloro che chiedono armi all'Ucraina non chiedano mai armi per il popolo palestinese, o per il popolo dello Yemen. A differenza di voi, mi oppongo a tutte le guerre. Voglio che si fermino. Non mi scuso per questo. E non accetto di diventare un capro espiatorio e di

Europe have nothing to gain from this war and everything to lose. And I find it laughable that those calling for arms to Ukraine never call for arms for the people of Palestine, or for the people of Yemen. Unlike you, I oppose all war. I want it stopped. I make no apology for that. And I am not going to be scapegoated and labelled for it either".

Mostra thread
Mostra di più
sociale.network

Sociale.network è un ambiente di confronto per pacifisti, anarcolibertari, ecologisti, antimilitaristi, anticlericalisti, antirazzisti, antifascisti e ogni altro genere di persone che sogna un mondo più pulito, solidale e libero. Il discorso d'odio è bandito, la pubblicità pure. Niente contenuti a pagamento, niente controllo da parte di qualche azienda privata, design etico e decentralizzazione! Su questo sito, grazie al software libero Mastodon, il proprietario dei tuoi dati sei tu! Senza pubblicità, senza paywall, senza algoritmi, senza cookies di profilazione, è indipendente, senza azionisti, investitori o gruppi/circoli/centri a cui dover riferire, senza tracciabilità. Sociale.network non è un social commerciale, non ha alcun scopo di lucro, nessuno ti spia, nessuno analizza cosa stai facendo, nessuna fastidiosa registrazione, niente dati personali, niente costi premium, nessuna notifica fastidiosa, nessuna email e niente banner pubblicitari. Sociale.network è una iniziativa dell'associazione culturale altrinformazione.net e dell'associazione peacelink.it